LABORATORI SECONDARIA 1 GRADO

lideadmin

16 Dicembre 2019

Nessun commento

IL CORPO E IL MOVIMENTO

CAMPI DI ESPERIENZA

Nelle Indicazioni per il curricolo della Scuola dell’Infanzia del 2007, i campi di esperienza sono “luoghi del fare e dell’agire” del bambino, orientati dall’azione consapevole degli insegnanti introducono ai sistemi “simbolico-culturali”. Nelle Indicazioni nazionali per il curricolo del 2012, diventano

“Un insieme di oggetti, situazioni, immagini e linguaggi, riferiti ai sistemi simbolici della nostra cultura, capaci di evocare, stimolare accompagnare apprendimenti progressivamente più sicuri”.

La pratica psicomotoria è finalizzata ad accogliere e rispondere ai bisogni del bambino, offrendogli uno spazio di libera espressione attraverso il movimento, per aiutarlo, nel rispetto dei suoi tempi e delle sue caratteristiche uniche, nel suo naturale percorso evolutivo.

Tale pratica agevola lo sviluppo delle potenzialità espressive, creative, e comunicative, riferite sia all’ambito motorio sia a quello simbolico-cognitivo che affettivo-relazionale.

Attraverso una dinamica di gioco, si pone come obiettivo, sostenere una crescita armoniosa ed accompagnare l’importante processo di strutturazione riguardante l’identità.

Lo spazio utile e necessario è una sala o comunque uno spazio delimitato e non disturbato, ma sufficientemente comodo per consentire ai bambini di sperimentare l’ampiezza dei movimenti.

Nello spazio senso-motorio usiamo specchi; materassini di gommapiuma; tappeti modulari; dischi sensoriali; memo tattili; percorsi per l’equilibrio; gymnic ball; bi-palla sensoriale (entrambi permettono esperienze di equilibrio-disequilibrio notevoli) oltre il materiale classicamente definito “psicomotorio”: corde, cerchi, birilli, bastoni, teli e stoffe.